Now Reading
Dismorfofobia, quei difetti (veri o presunti) che ci condizionano la vita

Dismorfofobia, quei difetti (veri o presunti) che ci condizionano la vita

Raffaele Simone

La dismorfofobia è un nome molto difficile e melodioso che descrive la preoccupazione costante ed insistente per quello che pensiamo o viviamo come un difetto del nostro corpo.
Quando ci si ritrova a che fare con questo disturbo si incontrano persone che basano se stesse sul quel difetto che diventa pensiero unico, parte integrante e preoccupazione costante che nei casi più gravi può portare ad ansia e depressione.

Nei casi più pesanti si arriva all’isolamento per paura del giudizio, a passare ore ed ore a guardare quell’imperfezione, che non permette più di vivere se stessi, di non provare più tutta una serie di emozioni perché il pensiero rimane immobile e costante su un dettaglio insormontabile. Tutto lì si ferma e tutto gira lì intorno, distaccandoci dalla realtà.

Ciò che può portare a questa tipologia di disturbo è la ricerca spasmodica di perfezione (concetto che rimane sempre e comunque impossibile da raggiungere) in conseguenza ddi una visione negativa della propria estetica. Nel difetto si mette tutto: l’autostima, l’amore, le amicizie e il successo. Tutta l’esistenza nel “pensiero dismorfofobico” ha la possibilità di prendere forma se si supera quello scoglio.

Ma in realtà se anche riuscissimo a superare quell’ostacolo sentiremmo la necessità di trovarne uno ancora più alto e ancora più difficile, perché quel difetto è il capro espiatorio per tutta una serie di insicurezze, incertezze e preoccupazioni che si ha il bisogno di celare in questo modo.

Non è semplice prendersi cura di sé, ma bisogna trovare il modo giusto di farlo. Spesso si può pensare che la dismorfofobia dia una forma di cura e di attenzione verso se stessi, ma forse è solo un modo per chiudersi la bocca e non prendere la “medicina amara” che potrebbe risvegliare ricordi e momenti complessi, che si sono nascosti in un difetto che non riusciamo a vedere.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
1
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2020 Queer Magazine

Scroll To Top