Now Reading
In Sardegna arriva il Black Trans Lives Matter

In Sardegna arriva il Black Trans Lives Matter

Gianmarco Capogna
btlm

L’eco del Black Lives Matter è sicuramente arrivato anche in Italia dove in tante città si sono svolti eventi e presidi a sostegno della comunità afroamericana che negli Stati Uniti ha deciso di non restare in silenzio dopo l’assassinio di George Floyd manifestando in tutto il Paese il loro dissenso verso l’oppressione.

In migliaia hanno inondato le strade americane in una mobilitazione straordinaria che ha visto il sostegno anche di tanti comitati Pride, tra di essi vale la pena sottolineare l’adesione del Pride di San Diego con una dichiarazione di grande valore. La nostra redazione ha deciso di fermarsi per una settimana a inizio giugno proprio in segno di solidarietà con quanto stava succedendo.

Il BLM si è esteso anche alle persone trans* afroamericane in ricordo dell’uccisione di due donne trans nere, Dominique “Rem’Mie” Fells e Riah Milton. Un mix importante tra due battaglie fondamentali che testimoniano come non ci sia lotta vera alle discriminazioni e all’odio se queste lotte non sono intersezionali e inclusive di tutte le identità e le soggettualita’.

Un filone narrativo di queste battaglie che arriva anche in Italia, in particolare in Sardegna dove il Collettivo Oristano Femminista e ASCE Trans Sardegna hanno deciso di organizzare il Black Trans Lives Matter Oristano.

Per le realtà organizzatrici si tratta di “una manifestazione pensata per abbracciare diverse minoranze discriminate ponendo come legame principale le lotte contro il razzismo e la liberazione delle minoranze LGBTQIA+ partite entrambe dagli Stati Uniti. Abbiamo riflettuto e abbiamo concluso che la lotta contro le discriminazioni, le multi discriminazioni in molti casi, ci coinvolge tutt, sia come attrici e attori, sia come vittime; questa riflessione la vogliamo condividere con voi in piazza il 4 luglio, proprio il giorno della liberazione che in America e nel resto del mondo non è mai avvenuta”. L’appuntamento è per il 4 luglio alle ore 17:00 presso il Librid, in piazza Eleonora 4, per una tavola rotonda in cui si affronteranno varie esperienze di discriminazione, confrontandole tra loro e immaginando nuove forme di lotta per “un mondo più libero e rispettoso”.

See Also

Alle 18,30, invece, il BTLM di Oristano si sposta in piazza Eleonora per un Sit In accompagnato da alcuni interventi provenienti proprio dal mondo trans: Ethan Bonali (Intersecta, Marche), Eva Croce (Architettura Del Corpo, Modena) e Leila Daianis (presidente dell’associazione Libellula, Roma).

A raccontarci meglio questa manifestazione è Giulia Carta, attivista trans* di ASCE Sardegna.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2020 Queer Magazine

Scroll To Top