Now Reading
We are everywhere!

We are everywhere!

Francesca Druetti e Gianmarco Capogna

Nel 2019 abbiamo celebrato i 50 anni dei Moti di Stonewall, quella notte in cui da New York è partita una grande rivoluzione per la liberazione e l’uguaglianza delle persone LGBTI+. Tra il 27 e il 28 di giugno ogni anno ricordiamo la storica rivolta contro la brutalità della polizia nei confronti della comunità LGBTI+, guidata dalle donne trans e dalle drag queen, nere e latine, e dai e dalle sex worker che popolavano il Greenwich Village. 

L’Italia ha vissuto una stagione intensa di Pride che ha visto tantissime manifestazioni con una partecipazione straordinaria, a testimonianza del fatto che la sensibilità verso le rivendicazioni della comunità LGBTI+ è ampia e radicata. Il Pride è diventato di tutte, tutti e tuttu, raggiungendo sempre più persone e città, alcune anche inaspettate. Il racconto dei Pride organizzati fuori dalle città più grandi e cosmopolite è il racconto della tenacia e determinazione di attivist* che hanno fatto scommesse meravigliose e hanno portato i colori della comunità letteralmente in ogni angolo del paese. Dimostrando che il Pride è di casa ovunque, e ognun* è di casa al Pride: abbiamo visto marciare le bandiere di ogni colore, le famiglie, persone, corpi, identità. Sono momenti in cui l’importanza della storia del singolo si amalgama in un racconto collettivo.

Purtroppo per il 2020 non potremo celebrare i Pride come siamo abituati ma il nostro Orgoglio resiste, anzi come dice lo slogan del Global Pride 2020, “Exist. Persist. Resist.”

Lady Gaga dal palco del Pride 2019 di New York dedicato a #Stonewall50 ricordava: “Dovreste essere orgogliosi di voi. Guardatevi intorno, guardate cosa avete fatto. Questa comunità ha combattuto e continua a combattere, una guerra di accettazione, una guerra di tolleranza e di coraggio senza confini. Voi siete la definizione di coraggio, lo sapete vero?!”.

Aveva perfettamente ragione, lo sappiamo e ne siamo, appunto, Orgoglios*!

Siamo anche orgoglios* che il Pride Month 2020 sia dedicato anche al sostegno delle lotte di #BlackLivesMatter. Le proteste e agitazioni che stanno attraversando gli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd (e prima di lui di tante e tanti altri cittadini afroamericani uccisi dalla polizia) non possono lasciare indifferente la comunità LGBTI+. Il clima di razzismo di cui l’America non è mai riuscita a liberarsi va di pari passo con la discriminazione nei confronti delle persone LGBTI+ e segue simili schemi repressivi e oppressivi.

See Also

“First Pride was a riot”, il primo Pride fu una rivolta, è il modo in cui si ricorda l’origine di lotta politico-sociale delle manifestazioni, che sono ancora ben presenti anche se oggi nei cortei e nelle celebrazioni di molti paesi la componente commerciale e di intrattenimento ha assunto una parte preponderante. Ma è sufficiente volgere lo sguardo verso quei paesi in cui i Pride sono vietati, come la Turchia, dove i manifestanti vengono caricati dalla polizia, per capire quanto quelle radici di rivolta all’oppressione siano drammaticamente attuali.

Pride è libertà, ma anche liberazione affinché nessun* sia mai più oppress*.

Negare oggi l’intersezionalità della lotta significa isolare ancora di più chi sta subendo in maniera più forte il peso delle disuguaglianze. Una comunità che si batte per il contrasto all’omofobia (dimenticando a volte la transfobia), ma ritiene che il razzismo e il classismo non la riguardino, sta abbandonando alla violenza e alla discriminazione non soltanto altre persone marginalizzate e oppresse, ma anche una parte di se stessa: come a Stonewall, dove chi aveva guidato le rivolte rimase poi esclus* se non addirittura ostracizzat* dal movimento stesso. Per questo Queer è intersezionale. La battaglia per l’uguaglianza necessita dell’impegno di tutt*.

Siamo stat* e saremo per sempre Fier*, Ribell*, Favolos*!
What's Your Reaction?
Excited
1
Happy
0
In Love
1
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2020 Queer Magazine

Scroll To Top