Now Reading
GLI ATTIVISTI POLITICI

GLI ATTIVISTI POLITICI

Gianmarco Capogna

Secondo la Treccani, icòna s. f. [dal russo ikona, e questo dal gr. biz. εἰκόνα, gr. class. εἰκών -όνος «immagine»] tra i vari significati è anche figura o personaggio emblematici di un’epoca, di un genere, di un ambiente.

Il mondo è pieno di icone, dal cinema alla musica, dalla moda al teatro, e sono tutte accumunate dal fatto di essere facilmente riconoscibili nell’immaginario collettivo come rappresentative di aspetti, valori. Ognuno di noi, poi, ha il suo “Pantheon” personale che racchiude personaggi che rappresentano, a volte quasi magicamente, battaglie e temi.

Il mio contributo per questo speciale monografico sulle Icone LGBTQI+ non poteva non guardare alla politica internazionale e a quei personaggi che da appartenenti alla comunità o da alleati hanno rappresentato, o rappresentano ancora, dei riferimenti anche perché hanno raggiunto traguardi storici. Il tema politico è quanto mai personale e non ho la pretesa di costruire un elenco di highlander valido per tutt* ma di far scoprire politici e attivist* che hanno contribuito al processo di uguaglianza della comunità, magari facendo scoprire anche persone inedite che potrebbero suscitare curiosità ed approfondimento. Una scelta che necessariamente è stata limitata e che potrebbe essere arricchita da tanti altri personaggi che nel mondo hanno fatto la storia del movimento LGBTQI+ ma che prova a spaziare e a portare alla luce come la rivendicazione politica della comunità non può essere fermata, dagli USA alla Nuova Zelanda, passando per l’Italia e la Polonia. Non conosce età, genere o origine etnica ma è unita dalla volontà profonda di promuovere dignità, libertà e diritti.

Non sarà un articolo monografico, che rischiava di cadere nella celebrazione di un personaggio scelto arbitrariamente, ma nasce come un piccolo carosello di attivisti politici e membri delle istituzioni che con la loro storia personale e politica hanno contribuito a rompere dei tabù spingendo in avanti il percorso per l’uguaglianza.

Un articolo che dedico in primis ad Harvey Milk, di cui si è celebrato l’anniversario di nascita il 22 maggio. Nato nel 1930, attivista nel movimento di liberazione omosessuale americano è stato il primo componente delle istituzioni statunitensi apertamente gay. Tantissimi suoi discorsi sono rimasti celebri, tra cui quello in cui ricordava “se non ti mobiliti per difendere i diritti di chi ne è privato, quando poi colpiranno i tuoi, nessuno si muoverà per te e ti ritroverai solo”. Milk pagò con la vita il suo attivismo: fu assassinato nel 1978 nel municipio di San Francisco insieme all’allora sindaco George Moscone. Nel 2009 Barack Obama gli conferì la massima decorazione degli Stati Uniti, la Presidential Medal of Freedom, per il suo contributo fondamentale per i diritti e l’uguaglianza.

Da qui in avanti vi presento il mio carosello di attivist* e politic* che nel mondo, sono certo, hanno fatto la storia.

TERRY REINTKE

Terry Reintke, classe 1987, è una eurodeputata tedesca dei Verdi che dal 2017 è co-chair dell’Intergruppo LGBTI al Parlamento Europeo. Coordinatrice del Comitato sulle Libertà Civili, la Giustizia e gli Affari Interni, si occupa anche di Occupazione, Affari Sociali e Questioni di Genere. Sul suo sito internet si presenta così: “I am a politician, feminist, crossword puzzle lover and a real “Ruhrpott” child. […] I campaign for the rights of LGBTI* people and against the exploitation of European workers”. Nonostante la giovane età l’impegno e la partecipazione in tutta Europa nelle manifestazioni transfemministe ed LGBTQI+ ha dato prova che esiste una nuova generazione profondamente europea che vuole battersi affinché l’Unione sia anche un baluardo a difesa dei diritti e delle libertà.

BERNIE SANDERS

Bernard “Bernie” Sanders è Senatore del Vermont nato nel 1941, esponente indipendente del Partito Democratico americano e si qualifica come socialista democratico. Già in gioventù si era fortemente avvicinati ai movimenti per i diritti civili e l’impegno a sostegno della comunità contraddistingua la sua intera e lunga carriera politica. Nel 1970 in una sua lettera affermava come lo Stato dovesse cancellare norme etich o morali e nel 1983 a Burlington difese il Pride dagli attacchi affermando “In our civil democratic society, it is the responsibility of government to safeguard civil liberties and civil rights – especially the freedom of speech and expression. In a free society, we must all be committed to the mutual respect of each others’ lifestyle”. Nel 1996 votò contro la difesa del “Marriage Act”, che definiva il matrimonio come una unione legale tra un uomo e una donna.

GEORGINA BEYER

Georgina Beyer è una politica neozelandese che ha segnato un traguardo storico internazionale rappresentando la prima donna transgender ad essere eletta in un Parlamento nazionale. Prima di questo, è stata anche la prima persona in transizione eletta alla carica di Sindaco nel mondo, precisamente nel Carterton District.

ANA BRNABIC 

Ana Brnabic è una politica nata a Belgrado nel 1975 che raccoglie diversi primati per la Serbia: non solo è la prima donna a ricoprire la carica di Primo Ministro (la quinta da quando lo Stato è autonomo) ma anche la prima dichiaratamente lesbica. Nel 2017 è stata la prima responsabile del governo di un Paese dei Balcani a partecipare ad un Pride.

ANNA GRODZKA

Anna Grodzka, è una politica polacca sposata con una donna e con un figlio, è stata la prima parlamentare eletta in Polonia apertamente transgender. Grodzka ha completato il percorso di riassegnazione di attribuzione di sesso nel 2010 ed è fondatrice e presidente dell’associazione Trans-Fuzja. Importante la sua elezione nel distretto elettorale Cracovia II, nel sud della città, dove è stato per anni parroco Giovanni Paolo II rendendolo un feudo cattolico.

XAVIER BETTEL

Classe 1973, Xavier Bettel è il Primo Ministro del Lussemburgo. Apertamente gay, ha promosso il disegno di legge in favore del matrimonio tra persone dello stesso sesso approvato nel 2014 dal Parlamento del Lussemburgo. Bettel nel maggio 2015 si è sposato con il suo compagno Gauthier Destenay nel municipio della Capitale. È il primo premier dell’Unione europea ad essersi sposato con un partner dello stesso sesso.

ANGELA DAVIS

Angela Yvonne Davis è una icona storica dei movimenti per i diritti civili degli afroamericani, attivista politica e, dopo il coming out nel 1997, apertamente lesbica. Già in adolescenza si avvicina all’attivismo e entra nel movimento giovanile comunista fino ad diventare una dei leader del Partito Comunista Americano. Il suo impegno politico, nei movimenti e nelle associazioni è legato all’importanza dell’intersezionalità delle lotte che è diventano uno strumento fondamentale di rivendicazione in tutto il mondo.

See Also

GIUSEPPE CIVATI

Giuseppe Pippo Civati, è un politico e editore italiano classe 1975 che nel 2013 si candidò alle primarie del Partito Democratico proponendo nella sua mozione le posizioni generalmente riconosciute come più avanzate sui diritti LGBTI+. Nel 2015 fonda Possibile che si richiama alla lotta per l’uguaglianza anche nel simbolo con l’uguale che riporta alla mente i movimenti per il matrimonio egualitario e i diritti civili. In prima fila a Pride e manifestazioni per l’uguaglianza di genere sottolinea come anche gli uomini possano essere femministi. Da sempre sensibile ai temi LGBTI+, si è occupato di questi temi sia da Deputato che da attivista, impegnandosi anche sull’emersione dei temi e della rappresentanza delle persone trans.

VLADIMIR LUXURIA

Vladimir Luxuria, è un’attivista, personaggio televisiva ed ex politica italiana che è diventata la prima transgender eletta al Parlamento italiano, l’unica fino ad oggi. Onorevole nel corso della XV Legislatura per Rifondazione Comunista, è stata la prima persona trans a ricoprire il ruolo di parlamentare in Europa. Il suo impegno nelle Istituzioni nel corso della legislatura si è tradotto in una pdl di cui era prima firmataria sulla riforma della legge per l’autodeterminazione delle persone in transizione che però non fu mai approvata. Lasciata la politica, oggi Luxuria non fa comunque mancare il proprio impegno nelle battaglie per i diritti civili.

JÓHANNA SIGURÐARDÓTTIR 

Jóhanna Sigurðardóttir, nata nel 1942, è stata Primo Ministro dell’Islanda 2009 al 2013. Anche nel suo caso, come quello della serba Ana Brnabic, raccoglie due primati importanti: è la prima capa di governo donna ed e la prima persona al mondo a capo di un governo dichiaratamente lesbica. Unitasi civilmente nel 2002, con l’approvazione del matrimonio egualitario ha trasformato l’unione in matrimonio nel 2010.

JUSTIN TRUDEAU

Justin Trudeau, nato nel 1971, è il 23esimo Primo Ministro del Canada impegnato in maniera chiara su temi come la legalizzazione dell’aborto, la legalizzazione della cannabis, la libertà di culto e i diritti LGBTI+. Trudeau è il primo politico al mondo a comparire sulla copertina di Attitude con un’intervista dedicata a questi temi. Inoltre, in un discorso pubblico, si è apertamente scusato con il ruolo che il popolo canadese ha avuto, nel corso della storia, nella criminalizzazione e nell’oppressione della comunità LGBT.

GIANMARCO NEGRI

Gianmarco Negri, primo cittadino di Tomello (PV), 40 anni, è il primo sindaco trans d’Italia. Da sempre attivo in ambito associativo e nei gruppi di mutuo aiuto, in particolare per persone transgender, è alla sua prima esperienza politica ma la sua vittoria elettorale ha fatto la storia in Italia, dove la rappresentanza delle persone trans non è ancora emersa, ma anche fuori dal nostro Paese.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
2
In Love
3
Not Sure
1
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2020 Queer Magazine

Scroll To Top