Now Reading
Sexting: tradimento o no?

Sexting: tradimento o no?

Raffaele Simone

In questi giorni di reclusione c’è una domanda che mi viene posta in studio e fuori: “Il sexting è tradimento?”. Prima di tutto chiariamo di cosa stiamo parlando.

Sexting è un neologismo (una parola inventata) che sta nell’inviare o nel trasmettere immagini o audio a sfondo sessuale: in questo caso ho preso in esame maggiormente il sexting ‘in diretta’ maggiormente (quindi non il “send nudes” a caso).

Trovo questa domanda interessante perché mette al centro il fatto che il tradimento venga inteso solamente dal punto di vista carnale, come se la dimensione della mente, quindi i desideri e le aspirazioni vengano “difensivamente”(in termini psicanalitici) messe da parte. Ma questo è un funzionamento mentale assolutamente sano perché ovviamente siamo fatti anche di desideri che non sempre sono realizzabili ed è giusto averli e quindi rimangono nel mondo delle idee.

In questo periodo storico (di merda) che stiamo vivendo, ci si scontra e incontra (magari per la prima volta) con la solitudine, che può essere vista come un’opportunità (quindi l’indipendenza) o come una situazione difficile da affrontare (quindi l’isolamento). Due modi diversi per identificare uno stato identico.

Questo stato (diciamo di solitudine, visto come un altro modo per definire lo stare da soli) ci porta anche a prendere in esame la nostra sessualità e il modo in cui la viviamo e il ruolo che ricopre nella nostra quotidianità, avendo anche quindi la possibilità di sperimentare su noi stessi e sul nostro corpo.

Se magari in una coppia vi è una diversa percezione della sessualità (detta in breve: di ciò che ci piace fare a letto) che si ha in uno stato non emergenziale, ci si può confrontare su questo tema e comprendere meglio il ruolo del sesso nella coppia e il desiderio ad esso associato e magari anche del senso di vergogna che si può giustamente provare in questo contesto e magari scoprire altri aspetti che nella coppia vanno o non vanno.

See Also

Si potrebbe associare il sexting alla masturbazione con un porno. Ma nella mia riflessione su questo tema, dove non vi è ancora molta letteratura a riguardo, ho pensato che tra sexting e masturbazione con ausili video vi è una differenza sostanziale. Il porno è fatto da attori, professionisti o amatoriali, ma comunque persone che interpretano una parte per lavoro o per soddisfare un proprio modo di vivere la sessualità (e qua potremmo aprire il capitolo del disturbo parafilico esibizionista).

Nel sexting, invece, nonostante vi sia una distanza tra le persone e non vi sia un contatto fisico, non troveremo un attore/attrice, ma una persona che gode nel vederci toccare e ci stimola attraverso immagini, gesti e parole e ci porta a godere immaginandosi vicino a noi.

Quindi, rispondendo alla domanda iniziale: il sexting è tradimento? Purtroppo mi vedo incastrato in questo esame di realtà e mi sento di dire di ! Un consiglio, però: se e quando lo fate, non metteteci la faccia, così vi tutelate… in tutti i sensi.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
2
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2020 Queer Magazine

Scroll To Top