Now Reading
Fumetti, la carica dei superpoteri LGBTQI+

Fumetti, la carica dei superpoteri LGBTQI+

Gaspare Baglio

Come nel mondo reale, anche quello dei fumetti è popolato da personaggi della comunità LGBTQI+. Alcuni ci hanno messo un po’ per uscire allo scoperto, altri hanno orgogliosamente fatto coming out subito, altri ancora sono convolati a nozze col proprio compagno. Una tendenza che si riversa anche sul grande schermo: Valkyrie, l’alleata asgardiana di Thor, è bisessuale (tra l’altro, a interpretarla, c’è l’attrice Tessa Thompson che ha una relazione con la popstar Janelle Monae). Negli Eternals (tra i prossimi cinecomic in uscita) Richard Madden (che abbiamo già visto nei panni del compagno-manager di Elton John in Rocketman) interpreta Ikaris, il primo personaggio apertamente gay del Marvel Cinematic Universe. Ma chi sono i supereroi LGBTQI+ più rappresentativi delle nuvole parlanti? Tantissimi. Basti pensare alla bisessualità di Daken (il figlio di Wolverine) o alla passione per le donne di Testata Mutante Negasonica (presente anche nei film di Deadpool). Ecco i più emblematici.  

Iceman

L’Uomo Ghiaccio è uno degli X-Men della prima ora (dal 1963, per la precisione) insieme a Ciclope, Bestia, Angelo e Marvel Girl. Non si è mai parlato troppo delle sue relazioni e dei suoi fidanzamenti. Poi, nel 2015, arrivano nel Marvel Universe, da un passato alternativo, le versioni adolescenti dei celebri mutanti capitanati dal Professor X. L’Iceman di oggi parla con il sé stesso teenager che gli svela di essere omosessuale. Bobby Drake (questo il suo vero nome) è costretto, quindi, a fare i conti con la sua vera natura. Va detto, però, che la sua amica telepate Jean Grey lo aveva scoperto da un pezzo.

Batwoman

La storia di Batwoman è un po’ controversa. La sua prima apparizione risale al 1956 con uno scopo ben preciso: mettere a tacere i rumors su una possibile liaison pornographique tra Batman e Robin. Poi di Katherine “Kathy” Kane non si seppe più nulla fino al 2006, quando fu reintrodotta come marine in pieno “Don’t ask don’t tell”. Ovviamente la sua relazione con una bella commilitone non passa inosservata e la fa espellere dall’U.S. Army. La cugina di Bruce Wayne (il padre di Kathy è fratello della madre di Bruce) è dichiaratamente lesbica ed è pure protagonista dell’omonima serie tv di The CW.  

Northstar

Jean-Paul Baubier è un mutante franco-canadese, fondatore del gruppo Alpha Flight. Ma è anche il supereroe dei primati: fu il primo a pronunciare la fatidica frase «Sono gay» sul numero 106 di Alpha Flight datato 1992. Ed è stato anche protagonista del primo matrimonio Marvel tra persone dello stesso sesso (sulle pagine di Astonishing X-Men n° 51 del 2012). Northstar di strada ne ha fatta parecchia: inizialmente la sua sessualità poteva solo intuirsi perché non era “cosa giusta” parlare di gay.

Lanterna Verde

Il primo Green Lantern non è Hal Jordan (che al cinema ha volto e fisico di Ryan Reynolds), ma l’ingegnere Alan Scott che, nel 1940, su All-american Comics n° 16, trova un anello in grado di conferirgli poteri straordinari. Il personaggio è stato, successivamente, dimenticato: nel 1956 era il già citato Hal Jordan a vestire i panni di Lanterna Verde. Che fine ha fatto Alan? Per farla breve: nell’universo DC Comics (molto complesso e che ha subito mille stravolgimenti) c’è la realtà parallela Terra-2 dove vivono versioni giovani dei supereroi anni ’40. Tra questi milita lo Scott dichiaratamente gay (con tanto di boyfriend).

Midnighter

Il notturno guerrafondaio di casa DC ha fatto coming out quasi subito, proprio come il suo ex storico Apollo. Non si conosce la sua vera identità, ma si pensa che dietro la maschera si celi un certo Lucas Trent. Midnighter è il fondatore del gruppo Authority e adesso è single, condizione che lo ha fatto salire agli onori delle cronache. Motivo? È stato il primo “super” a scaricare e cercare incontri sulla app Grindr. 

Miss America 

America Chavez è la supereroina Miss America, viene dall’Universo Ultimate e, dopo una serie di vicissitudini provocate dall’evento Secret Wars, è giunta nell’universo Marvel canonico. È l’unica supereroina latina e lesbica ad aver una sua testata. Tra i nomi che ne sceneggiano le avventure c’è anche Gabby Rivera, writer e attivista portoricana, dichiaratamente omosex, che arriva dal Bronx. Per la nostra Miss America, dal look aggressivo e la passione per Beyoncé, c’è una novità: pare sarà tra le protagoniste del cinecomic Marvel Doctor Strange in the Multiverse of Madness.

Angela

Altro giro altra corsa per una figura molto interessante, ma dalla vita editoriale singolare. Angela era, infatti, una delle protagoniste della serie Spaw, targata Image. Poi è diventata uno dei Guardiani della Galassia di casa Marvel, scoprendo addirittura di essere sorella di Thor. Com’è possibile? Semplice: una causa contro il creatore di Spawn, Todd McFarlane, un tribunale. E i diritti ritornati al suo autore, Neil Gaiman, che li ha ceduti alla Casa delle Idee. Dopo questa introduzione possiamo solo dirvi che l’asgardiana Angela fa coppia con la cacciatrice Sera.

See Also


Wonder Woman

Anche una delle supereroine più famose ha un sapore queer. L’amazzone Wonder Woman è, infatti, bisessuale. Questo, almeno, stando alle dichiarazioni dello sceneggiatore Greg Rucka. Effettivamente Diana Prince, arrivando da un’isola popolata di donne, ha sicuramente avuto qualche relazione omosessuale. Va anche detto che, da sempre, anche grazie all’attrice Linda Carter, Wonder Woman è una delle icone dell’immaginario arcobaleno.

Wiccan e Hulkling

Uno è figlio di Scarlet (e come la mamma ha il potere di modificare la realtà), l’altro è un ibrido tra la razza kree e quella skrull cresciuto sulla Terra. Convinto di essere un mutante mutaforma, usa i poteri per diventare muscoloso e attirare l’attenzione del ragazzo per cui aveva una cotta. Quando incontra Wiccan scoppia l’amore. Le conseguenze? Una relazione solida e la fondazione dei Giovani Vendicatori.

Deadpool

È bastato un tweet di Fabian Nicieza, creatore del mercenario chiacchierone, per fare scoppiare la bomba: Deadpool è pansessuale o, meglio, omnisessuale. In pratica? Il personaggio dallo spiccato fattore rigenerante non ha una vera e propria inclinazione sessuale, ma va con chi vuole. Lo stesso Ryan Reynolds, che impersona il supereroe al cinema, vorrebbe che il buon Wade Winston avesse un boyfriend nel prossimo film. Chissà se succederà.

What's Your Reaction?
Excited
1
Happy
2
In Love
2
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2020 Queer Magazine

Scroll To Top